baffi randagi, amore per gli animali

COME ADOTTARE UN BAFFO RANDAGIO

I gatti di Baffi Randagi sono adottabili prevalentemente in Torino e provincia, in casi eccezionali arriviamo fino a centro Italia,  sempre e comunque a fronte di un colloquio conoscitivo a casa delle persone interessate.

 

Non abbiamo un gattile, i gatti che ospitiamo sono accuditi nelle case dei volontari.

 

L'Associazione Baffi Randagi opera attraverso una rete di volontari (detti stallanti) che accolgono i gatti in attesa di adozione (ma anche quelli in fase di cure) nelle proprie case e li accudiscono con la stessa cura e impegno che dedicano ai propri pelosi, con cui spesso convivono. Affidiamo quindi gatti abituati all'uomo, spesso abituati alla convivenza con bambini, altri gatti e cani.
Ogni gatto ha il suo libretto sanitario, su cui vengono annotate le profilassi che via via vengono effettuate.
E’ possibile andare a conoscere i gatti senza impegno, ma ai fini dell’adozione il gatto si considera "prenotato" unicamente quando si supera il colloquio di preaffido.

 

L’organizzazione del colloquio conoscitivo richiede solitamente qualche giorno. 
Quindi se cercate un micio "entro domani mattina" non siamo nelle condizioni di aiutarvi.

 

La nostra missione, oltre a quella di salvaguardare i mici randagi, maltrattati o non più desiderati, è quella di sensibilizzare le persone affinchè affrontino l'adozione di un nuovo amico a quattro zampe in maniera sicura e responsabile, facendogli capire l'impegno e la dedizione che ne comporta. Un animale non è un giocattolo adatto ai bambini e neanche uno svago su cui sfogarsi. Un animale è un compagno di vita, il miglior confidente che si potrà mai trovare, il migliore amico di sempre!

 

 

 

܀ Come effettuare una richiesta di adozione
Per ogni gatto in cerca di casa predisponiamo un appello specifico, contenente brevi cenni sulla sua storia e le sue condizioni sanitarie.
Le persone interessate possono mandare una mail di presentazione all'indirizzo adozioni@baffirandagi.it o compilare il form di richiesta che trovate in questa pagina. Possono eventualmente telefonare, inviare un sms o un messaggio su Whatsapp al numero 3518812234, per verificare se il micio sia ancora disponibile.

 

܀ Adozione fase 1: colloquio telefonico
Chiunque sia interessato ad adottare un micio, cercherà attraverso i social (Facebook, Twitter, Instagram...), i motori di ricerca (Google, MSN...), i negozi di animali o più semplicemente tramite il passaparola tra amici e conoscenti, persone di fiducia che possano seguirlo attraverso questo percorso di affidamento.
Il primo contatto con i nostri volontari è solitamente telefonico. E anche se inviate una mail con i vostri dati, la vostra storia e il vostro desiderio, riceverete sempre una telefonata da un volontario di Baffi Randagi.
Questo primo approccio è FONDAMENTALE anche se non ci si può vedere negli occhi.
Se telefonicamente non "convincete" il volontario a passare alla fase successiva, difficilmente otterrete un appuntamento per conoscersi di persona.

 

܀ Adozione fase 2: colloquio conoscitivo (pre-affido)
L'incontro consisterà in una chiacchierata nel corso della quale approfondiremo la conoscenza dei potenziali adottanti in relazione al micio prescelto.
E’ anche l’occasione per passare in rassegna gli accorgimenti da adottare per rendere la casa a misura di gatto e le attenzioni da avere per soddisfare le sue esigenze.
Al colloquio preferiremmo siano presenti tutti i componenti della famiglia, che devono essere consapevoli e condividere il passo che si sta per compiere.
Per questo motivo non sono possibili regali a terze persone: vogliamo interfacciarci direttamente con i futuri adottanti.

 

܀ Adozione fase 3: affidamento del gatto (tecnicamente "cessione di proprietà")
Una volta andato a buon fine il preaffido e definito il gattino da voler adottare, insieme al volontario si concorderanno i termini e i tempi di "consegna".
Se convivete già con altri animali e siete pratici nell'inserimento di un nuovo animale, potrete andare a prendere il vostro nuovo amico, in maniera totalmente autonoma.
Se non siete pratici d'inserimenti, se è il vostro primo amico a quattro zampe o se il volontario in fase di preaffido valuta indispensabile la sua presenza durante la liberazione del gatto nella sua nuova casa, dovrete concordare insieme quando far avvenire il fatidico momento!
Contestualmente all'arrivo dell'animale verà fatto compilare e firmare il modulo di adozione dove l'adottante si impegna a non maltrattarlo,a sterilizzarlo, e a garantirgli le cure veterinarie.

 

܀ Adozione fase 4: post-affido
Per qualsiasi gatto che diamo in adozione, cerchiamo di rimanere in contatto con la famiglia adottiva in modo da assicurarci il corretto inserimento, l'eventuale corretto proseguo di cure. Ci assicuriamo che la convivenza vada bene senza intoppi e che, se si tratta di un gattino di età inferiore ai 6 mesi, venga fatto sterilizzare o castrare.
I volontari rimangono sempre a disposizione degli adottanti per richieste di aiuto e consigli, rimanendo come un punto di riferimento qualora dovessero presentarsi delle problematiche.

 

 

 

Tante persone di fronte a tali controlli storcono il naso, ma questi sono indispensabili! I controlli sono necessari al fine di tutelare gli animali, garantire che non vengano sottoposti a maltrattamenti, che non si lucri su di loro in nessun modo, che non possano subire sevizie di alcun genere e da possibili altri malintenzionati purtroppo molto numerosi. Inoltre questi controlli permettono in alcuni casi di chiarire agli adottanti, soprattutto in prima esperienza, a quali impegni si sta andando incontro con l’adozione di un cucciolo e se sia una scelta adatta alla situazione famigliare.

 

 

Come Associazione abbiamo delle regole da dover rispettare: non diamo in adozione gattini inferiori ai tre mesi di vita e non vengono dati come regalo per conto di terzi, sia durante l'anno che durante le feste natalizie.

 

 

Grazie alla collaborazione con Almo Nature, ogni nostro gatto adottato andrà a casa con una magnifica dote: un mese gratuito di cibo secco, umido e sabbia per la lettiera.
Per maggiori informazioni sulla colalborazione, leggete questo articolo.

 

Potete vedere i gatti che ospitiamo e che sono in cerca di una famiglia, cliccando qui.

gattino rosso